Home » Focus Ossa e Articolazioni » Quel nemico insidioso chiamato frattura del femore
Focus Ossa e Articolazioni

Quel nemico insidioso chiamato frattura del femore

Frattura del femore, come prevenirla

La frattura del femore è una delle rotture ossee più fastidiose perché mina l’autonomia della persona, impedendole di camminare, e, nella maggior parte dei casi, richiede un intervento chirurgico per risolverla. Negli anziani, inoltre, può causare gravi squilibri nel quadro di salute generale, che possono mettere anche a rischio la vita.

Per evitare di arrivare alla rottura del femore è bene informarsi sulle condizioni che la generano, riconoscere i segnali di fragilità e fare prevenzione. Scopriamo come!

Perché avviene la frattura del femore

Può bastare una semplice caduta o un banale incidente domestico per rompersi il femore. Addebitando la rottura solo al singolo evento compiremmo però un errore, perché ne trascureremmo la vera causa: quello che può sembrarci un evento inaspettato, infatti, può trovare una spiegazione più profonda in una fragilità ossea di base derivata dall’osteoporosi.

Il femore è ampiamente coinvolto nel movimento della gamba, facendo parte dell’anca e del ginocchio, e può fratturarsi anche in seguito a traumi sportivi, generati da colpi ricevuti, cadute o forzature.

Sebbene sia tra le ossa più resistenti del corpo umano, la frattura del femore può avvenire anche per aver sostenuto per lungo tempo un peso eccessivo, essendo responsabile del sostegno di gran parte del peso corporeo, oppure, all’opposto, in un corpo fiaccato dalla malnutrizione e mancante del giusto apporto di calcio utile a favorire la rigenerazione ossea.

Chi è più esposto

Le donne con osteoporosi sono più esposte al rischio frattura del femore

Le persone che soffrono di osteoporosi sono maggiormente predisposte alla rottura del femore a causa della debolezza ossea che contraddistingue questa patologia.

Leggi anche: Frattura scomposta o composta, pericolo osteoporosi.

Se parliamo di fascia di età, invece, è dai 70 anni in su che il pericolo frattura risulta più frequente. I dati parlano di oltre 70mila anziani ricoverati per intervenire chirurgicamente sulla frattura del femore, dei quali ben 45mila risultano essere donne con osteoporosi. Ciò accade perché, in questa fase della vita, gli anziani si trovano a dover contrastare una naturale riduzione della densità ossea, che, unita ad una diminuzione della prontezza di riflessi, intacca l’equilibrio e aumenta le probabilità di frattura del femore, portando anche gravi scompensi nel quadro di salute generale.

Come prevenire la frattura del femore

Quando un dolore circoscritto colpisce la coscia, un ematoma compare e si fa grande fatica a muovere la gamba, il femore è probabilmente ormai danneggiato. Il nostro impegno deve, quindi, rivolgersi alle fasi precedenti.

La prevenzione verso la frattura del femore comincia dall’infanzia, ben prima che questa patologia si evidenzi come un pericolo.

Ecco i tre punti fondamentali per prevenire la frattura del femore:

  1. fare attenzione all’alimentazione introducendo nella dieta un’adeguata quantità di calcio sin da bambini, con alimenti come latte, formaggio e verdure a foglia verde, servirà a farne scorta per poi sopperire alle fragilità dell’età matura e mantenere il peso forma eviterà di gravare eccessivamente sul femore;
  2. allenarsi costantemente e a qualsiasi età, perché l’attività fisica rinforza le ossa e migliora l’equilibrio, limitando il rischio di cadute e fratture;
  3. curare al meglio l’osteoporosi con l’aiuto degli screening e di una diagnosi tempestiva accompagnata dalla giusta terapia e da qualche attenzione nei movimenti.

La rottura del femore, influendo sull’assetto complessivo della salute della persona, è una minaccia che può portare anche a gravi conseguenze, fino a metterne a rischio la vita, per questo è fondamentale prevenire la debolezza ossea e curare l’osteoporosi, tra i maggiori complici di questo insidioso nemico, che rappresenta oltretutto un problema serissimo anche per le famiglie, sia in termini economici che di gestione quotidiana dell’infortunato. Senza dimenticare le ripercussioni sul sistema sanitario nazionale.

 

Scarica lo speciale

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
Scarica la guida!

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Scarica lo speciale

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.