Home » Starbene » Mela e salute, ecco perché una al giorno ‘toglie il medico di torno’
Starbene

Mela e salute, ecco perché una al giorno ‘toglie il medico di torno’

mela

Un alimento che non dovrebbe mai mancare in tavola, perché veicolo di diversi benefici per la salute. Lo stretto legame tra mela e benessere infatti è ormai riconosciuto. Questo frutto è utile non solo per  i piccoli disturbi – come quelli intestinali – e per tenere sotto controllo la glicemia, ma può addirittura vantare proprietà antitumorali. Inoltre ha poche calorie, non contiene glutine né lattosio e ha buoni livelli di fibre, vitamina C e sali minerali, soprattutto potassio. Da qui il famoso, vecchio detto che tutti si saranno sentiti ripetere almeno una volta nella vita!

Mela e salute: tutte le sue proprietà

La mela può essere considerata un valido alleato dell’organismo perché contiene antiossidanti, che contrastano i danni dell’invecchiamento, e alte quantità di pectina, una fibra solubile dalle interessanti caratteristiche. Questo elemento infatti aiuta a controllare il colesterolo cattivo (LDL) e a regolarizzare il transito intestinale, agendo contro meteorismo, diarrea e stitichezza. Ma non solo. Alcuni studi hanno evidenziato come i triterpenoidi, sostanze contenute nella buccia della mela, abbiano la capacità di abbassare il rischio di sviluppare alcuni tipi di tumore, come quello al seno e al fegato. Inoltre interviene nella prevenzione del cancro al colon-retto. Il consiglio da seguire è quello di mangiarla con la buccia, ovviamente dopo averla opportunamente lavata.

I vantaggi per l’organismo derivanti da questo frutto però non si fermano di certo qui. Il connubio “mela e salute” si basa su effetti che coinvolgono diversi aspetti. Le mele infatti hanno effetti diuretici, riducendo l’accumulo di liquidi e i crampi a gambe e piedi. Sono poi ricche di una sostanza dalle molteplici proprietà salutistiche: la quercetina. Questo flavonoide protegge i polmoni dai danni sia del fumo che dell’inquinamento. Alcune ricerche hanno addirittura sottolineato come consumare cinque mele a settimana possa contribuire a mantenerli in salute.

La quercetina ha inoltre effetti molto positivi nel combattere sia gli stati infiammatori che a prevenire le patologie cardio-vascolari e agisce contro le patologie neurodegenerative.

 Un alimento adatto per la dieta

Esistono diverse varietà di mele. Tra le più conosciute ci sono sicuramente la Renetta, la Golden Delicious, la Stark Delicious, la Granny Smith, la Royal Gala e la Fuji. Presentano differenze nei colori, nella consistenza e nel gusto e possono avere diversi utilizzi in cucina, ma tutte hanno in comune queste benefiche proprietà.

La mela viene spesso inserita nelle diete ipocaloriche perché ha proprietà sazianti e aiuta a controllare la fame nervosa, favorendo la perdita dei chili in eccesso. Inoltre i diversi sapori disponibili e la sua croccantezza sono in grado di accontentare un po’ tutti i palati, anche quelli più restii al consumo di frutta e verdura.

Le sue peculiarità la rendono perfetta per tutti i tipi di alimentazione: consumata prima di un pasto principale, oppure come merenda, aiuta a spezzare la fame ed è un’ottima fonte di energia. Ha effetti benefici anche sulle facoltà cognitive grazie all’apporto di zuccheri semplici. Inoltre le mele sono pratiche da portare con sé anche fuori casa, in modo da non rinunciare mai alla propria dose quotidiana di gusto e di salute.

Leggi anche: Well-Bred, da Unipi il pane viola che fa bene alla salute

Scarica lo speciale

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
Scarica la guida!

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Scarica lo speciale

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.