Home » Salute e Prevenzione » Menopausa, la dieta mediterranea alleata delle donne
Salute e Prevenzione

Menopausa, la dieta mediterranea alleata delle donne

Menopausa, la dieta mediterranea alleata delle donne

La menopausa è una tappa importante nella vita di una donna ed è sicuramente uno dei momenti più delicati e complessi, anche dal punto di vista psicologico ed emotivo. I motivi risiedono principalmente nel fatto che molto spesso l’inizio viene visto e vissuto come la fine di un percorso, il termine della ciclicità riproduttiva femminile. Occorre dire che oggi, a differenza che in passato e grazie al prolungamento della speranza di vita, la donna vive almeno un terzo della propria vita in questa fase e lo fa spesso in maniera attiva.

Menopausa, la dieta mediterranea alleata delle donne

Nonostante ciò la menopausa per molte donne rappresenta comunque un problema. Soprattutto per le problematiche di tipo psico-fisico che essa può portare in dote, come vampate di calore, disturbi del sonno, depressione e osteoporosi.

Leggi anche: Prevenzione dell’osteoporosi, tutto quello che c’è da sapere.

Menopausa e diminuzione degli estrogeni

Ed è proprio relativamente all’osteoporosi che recentissimi studi hanno spiegato come la massa muscolare e la densità ossea sarebbero preservate meglio con la tipica alimentazione dell’Europa meridionale, come sembrano dimostrare gli studi portati avanti dall’Universidade Federal do Rio Grande do Sul, in Brasile.

Salutare non solo per il cuore, la dieta mediterranea potrebbe essere particolarmente indicata anche per le ossa e i muscoli delle donne in menopausa. Secondo la ricercatrice e prima autrice Thais Rasia Silva, l’aspetto importante da sottolineare è che il declino degli estrogeni, che segue la fine dell’età fertile di una donna, contribuirebbe alla perdita di massa muscolare, rendendo le ossa più sottili ed esponendole al rischio di osteoporosi e fratture.

Un’indagine a campione su 103 donne in menopausa

Un campione di 103 donne con un’età media di 55 anni e in menopausa da circa 5 anni e mezzo è stato invitato a compilare un questionario sulle caratteristiche della propria alimentazione, per verificarne la vicinanza alla dieta mediterranea – ricca di verdure, frutta, olio d’oliva, grano, patate, olio d’oliva, pesce e con bassa presenza di grassi saturi, latticini e carne rossa e con un costante, ma moderato, consumo di vino rosso. Inoltre le donne oggetto dell’indagine sono state sottoposte alla misurazione della massa muscolare e della densità ossea.

Risultati sorprendenti grazie alla dieta mediterranea

Naturalmente, e c’era da giurarci viste le conosciutissime e universalmente apprezzate virtù della dieta tipica del bacino del Mediterraneo, i risultati hanno evidenziato come le donne la cui dieta si accostava maggiormente a quella mediterranea presentavano anche migliori caratteristiche sotto il profilo della massa muscolare e della densità delle ossa. E, a detta degli stessi studiosi coinvolti nella ricerca, si tratta di una corrispondenza significativa.

Menopausa, la dieta mediterranea alleata delle donne

Da sottolineare il fatto che questi risultati sono assolutamente indipendenti da altri fattori come, ad esempio, essere stati sottoposti a una una terapia ormonale, essere fumatrici o meno e dal livello di attività fisica – misurata, tra l’altro, facendo indossare alle donne un contapassi per sei giorni. Per la ricercatrice Silva la vera scoperta è che la dieta mediterranea può essere un’utile alleata naturale per la prevenzione dell’osteoporosi e delle fratture nelle donne in postmenopausa, in particolar modo quelle con ridotta massa ossea.

Davvero interessante come anche dal lontano Brasile si levino voci autorevoli sui benefici della dieta mediterranea, un’ulteriore conferma di come il  mangiar sano sia alla base del benessere della persona. Soprattutto in menopausa.

Scarica lo speciale

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
Scarica la guida!

Commenta

Clicca qui per inserire un commento


Scarica lo speciale

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.